Quanto vive uno squalo?

Gli squali sono pesci elasmobranchi. Sono noti per il loro scheletro cartilagineo, le cinque-sette fessure branchiali lungo i lati della testa e le pinne pettorali non fuse. Sono classificati nel clade Selachimorpha e sono il gruppo gemello delle razze. Alcune specie di squali vivono fino a 400 anni. La durata media della vita di uno squalo varia a seconda della specie e del luogo in cui si trova.

Gli squali della Groenlandia

Gli squali della Groenlandia

L’età di uno squalo della Groenlandia non è confermata scientificamente, ma si ritiene che sia compresa tra 272 e 512 anni. La balena bowhead, il precedente detentore del record, raggiunge un’età di 211 anni. L’anno di nascita di uno squalo della Groenlandia si colloca a metà di questo intervallo, collocandosi intorno ai 1504 anni. Per mettere questa cifra in prospettiva, si consideri l’età del David di Michelangelo, che è anche la più antica scultura conosciuta fino ad oggi.

Gli squali bianchi

Gli squali bianchi

I grandi squali bianchi hanno sviluppato modi per mantenere una temperatura corporea più calda. Questi squali hanno una struttura speciale chiamata “rete mirabile”, che aiuta a conservare il calore riscaldando il sangue arterioso più freddo e il sangue venoso caldo riscaldato dai muscoli che lavorano. Questo sistema aiuta lo squalo a mantenere una temperatura corporea interna più elevata rispetto all’ambiente circostante, mentre il cuore e le branchie rimangono alla temperatura del mare. In periodi di stress, tuttavia, la temperatura corporea dello squalo può essere abbassata per adattarsi all’ambiente circostante. Lo squalo bianco può vivere fino ad un età di circa 70 anni.

LEGGI ANCHE:   Quanto dura il ciclo di calore di un cane?
Lo squalo toro

Lo squalo toro

Lo squalo toro si trova in tutto il mondo in acque costiere poco profonde e può sopravvivere in acqua dolce, ma in genere preferisce le acque salate e salmastre della costa. Lo squalo toro è il pesce più pericoloso al mondo, ma i suoi attacchi sono estremamente rari. Infatti, solo 20 persone vengono uccise dagli squali toro ogni anno e meno di 20 squali vengono uccisi ogni anno dalla pesca. La vita media di uno squalo toro è di 16 anni.

Gli squali martello

Gli squali martello

Anche se la durata della vita di uno squalo martello varia da specie a specie, in genere vivono tra i 25 e i 35 anni. Si tratta di una durata di vita impressionante, soprattutto se si considera che la maggior parte delle specie vive meno della metà del tempo. Gli squali martello sono pesci che vivono sul fondo e si nutrono di pesci, polpi, crostacei e razze. Durante il giorno formano banchi e viaggiano insieme, ma di notte si separano per cacciare da soli.

Lo squalo balena

Lo squalo balena

La durata della vita di uno squalo balena va dai cento ai 150 anni. La principale minaccia per questa specie è la pesca commerciale non regolamentata, soprattutto nei Paesi dell’Asia orientale. La pesca non regolamentata può causare catture accessorie e lesioni agli animali, mentre il turismo marino può alterare i comportamenti alimentari. Inoltre, le eliche delle imbarcazioni possono danneggiare gli squali balena. Mentre molti squali balena sopravvivono e prosperano nei loro habitat naturali, alcuni sono minacciati dalle attività umane e dai cambiamenti climatici.

LEGGI ANCHE:   Quanto vive una gallina

Particolari interessanti

Gli squali della Groenlandia hanno uno scheletro fatto di cartilagine

Il sistema scheletrico degli squali è costituito principalmente da cartilagine. Questo tessuto molle è molto più leggero delle ossa e consente loro di muoversi più velocemente. Questo tipo di scheletro protegge anche gli organi dello squalo. Questo scheletro rende lo squalo della Groenlandia un bersaglio molto ambito dai cacciatori. Lo scheletro degli squali è un complesso sistema di ossa, muscoli e cartilagine.

Gli squali bianchi hanno un sistema unico per riparare il DNA danneggiato

Gli scienziati della Nova Southeastern University in Florida hanno studiato il genoma degli squali bianchi. Si ritiene che questi animali abbiano adattamenti molecolari che consentono loro di riparare il DNA danneggiato e di mantenere la stabilità genomica. Questi adattamenti del genoma potrebbero essere stati favoriti dalla selezione naturale, che si ritiene sia alla base dell’elevata resistenza degli squali alle malattie legate all’età. Sebbene i ricercatori non abbiano scoperto come gli squali bianchi riparino il DNA danneggiato, hanno identificato alcuni geni che sembrano essere essenziali in questo processo.

Lascia un commento